Marketing Online - Strategia digitale

Le strategie di web marketing a volte non servono, basta l'esecuzione

Tenete conto della fattibilità dell’esecuzione delle strategie di web marketing e a volte tenete conto dell’esecuzione senza nemmeno una strategia di web marketing.

Sappiamo tutti come funzionano i nuovi progetti in un mondo prevedibile: si forma un team, si analizza un mercato, si operano le stime e quindi si elabora un piano di business.
A questo punto si raccolgono le risorse e il piano può partire.
Ma come lanciare nuovi progetti in un ambiente imprevedibile? Come farlo al meglio in un’epoca in cui il proliferare dei dati e delle opinioni rende impossibile ottenere strategie di web marketing decisive; in cui eventi lontani hanno un impatto immediato e inatteso e il senso di malessere che pervade l’economia rende le aziende riluttanti a prendere rischi importanti su idee non ancora passate alla prova dei fatti?

Prendiamo spunto dalle strategie di web marketing degli esperti nel navigare l’incertezza estrema minimizzando il rischio: gli imprenditori seriali.
Nel corso degli anni ci siamo spesso confrontati con questi leader e le logiche che usano per creare nuovi prodotti, servizi e modelli di business nelle situazioni in cui il metodo del pianificare una strategia digitale, – che consiste nell’analizzare, prevedere, creare modelli, pianificare e allocare – non funziona.

Questi imprenditori hanno molte qualità in comune, una su tutte ritorna spesso, è quella di non partire con un obiettivo predeterminato, ma di consentire alle opportunità di emergere; anziché concentrarsi sui ritorni ottimali, dedicano più tempo a quantificare le perdite accettabili; anziché cercare soluzioni perfette, cercano buone soluzioni.

Il punto è che gli imprenditori di successo non si limitano a “pensare in modo diverso”.
Traducono ciò che pensano in azione immediata, spesso evitando o ignorando le analisi.
Piuttosto che prevedere il futuro, cercano di crearlo.
Lo abbiamo visto in prima persona in alcuni clienti ed ex studenti che hanno lanciato nuovi business in una serie di settori diversi.

Noi crediamo che ogni manager possa – e debba – seguire lo stesso procedimento quando si trova di fronte all’ignoto, perché è un sistema estremamente poco rischioso di lanciare nuovi progetti di web marketing.
E prevede solo poche semplici mosse:
Agire: fare un passo intelligente verso un obiettivo.
Imparare: valutare i primi risultati ottenuti.
Costruire: ripetere i passi 1 e 2 fino a raggiungere l’obiettivo, rendersi conto che non è attuabile o decidere di cambiare direzione sulla base delle nuove informazioni raccolte.

Leggendo questo elenco si è portati a pensare che si tratti di semplici regole di buon senso. Ed è proprio così. Anche un bambino di due anni capisce il concetto di imparare attraverso l’azione. Questo vale anche per gli artisti e gli scienziati. Anche se non si sa esattamente dove si sta andando, si parte. Si prendono direzioni giuste e direzioni sbagliate, imparando a riconoscere quelle giuste man mano che si procede.
Non si tratta di volare alla cieca; si avanza con prudenza, tenendo gli occhi bene aperti. E stando bene attenti a individuare ogni pericolo (e opportunità) che si profili all’orizzonte.

Bisogna ammettere che agire senza una strategia digitale definita, imparare anziché prevedere può essere un processo, come dire, imprevedibile e disordinato, e occorre riconoscere che è agli antipodi rispetto a come lavora la maggior parte delle organizzazioni, compresa Strateg.ee.

Nel lungo periodo, tuttavia, intraprendere una serie di piccoli passi operativi porta addirittura a ridurre il rischio, il che rende questo tipo di approccio ideale per affrontare sfide e per far decollare nuove iniziative, soprattutto nell’odierno, scostante
ambiente d’impresa.

strategie di web marketing

Gli imprenditori seriali sono migliori di noi quando si tratta di imparare dalle loro azioni e di costruire a partire da esse, sotto quattro diversi punti di vista:

  1. Per cominciare si muovono rapidamente quando ottengono risultati positivi.
    Se il passo intrapreso ha funzionato, fanno subito il successivo nel rispetto delle regole che abbiamo elencato prima.
  2. In secondo luogo, accettano qualsiasi risultato negativo. Sono riconoscenti per ogni sorpresa, ostacolo e delusione perché le notizie indesiderate spesso forniscono lo slancio per rendere migliore un prodotto, un servizio o un business, o segnalano opportunità completamente diverse, tutto questo prima che si siano investite troppe
    risorse.
  3. Terzo, sanno quando e come usare le previsioni, pur imparando attraverso l’azione. A mano a mano che l’iniziativa si sviluppa e che richiede più risorse organizzative, aumenta la necessità di prevedere ciò che si può prevedere, pianificare quando è possibile pianificare e creare modelli quando è possibile farlo, ma usando i dati raccolti (e che si continueranno, si spera, a raccogliere) tramite i passi intelligenti intrapresi.
  4. Quarto, gli imprenditori sanno quando tagliare le perdite e mollare il progetto.
    Riconoscono che la loro idea è impossibile da realizzare, che non sono in grado di realizzarla, o che i rischi superano le perdite accettabili.

 


Futuro - Strategia digitale - Web Analytics

Anomaly-driven: il potere delle anomalie

Anomaly-driven: il potere delle anomalie. I segni premonitori di un nuovo trend, all’inizio sono solo anomalie.

contatti-
contatti-
contatti-
contatti-
contatti-
contatti-

Ti riconosci in questo approccio e vuoi approfondire? Ecco i nostri contatti:

©2022 Strateg.ee Srls All rights reserved | P.Iva 04350100402 | Privacy & Cookie Policy | ®Marchio registrato | Powered by Strateg.ee | Hosting by CloudWays